Al-Andalus

Una delle fusioni più tradizionali del Flamenco è quella tra la musica musulmana di Al-Andalus, o musica sefardita, ed il Flamenco. Il maestro Juan Peña, il “Lebrijano” ha aperto la strada e fatto da pioniere nella ricerca e registrazione insieme all’orchestra Andalusí di Tangeri. Questa ricerca ha poi preso piede ed è diventata di moda nei primi anni ’80 quando molti hanno seguito questo nuovo stile, tra i quali Lole Montoya.

Al giorno d’oggi continuano ad esserci incontri musicali di questo genere e questo ne è un buon esempio. Difatti, per realizzare questa fusione servono solo un violinista-cantante arabo, un chitarrista ed un cantante, al quale si può anche aggiungere un ballerino.

Potrebbe anche interessarti

Spettacoli